Breve ma intensa mattinata per la classe 2as al Teatro Bologni di Pistoia, dove i ragazzi, accompagnati dal prof. Biagioli e dalla prof.ssa Borracchini, hanno incontrato Fabrizio Silei (già vincitore del premio Andersen e quest’anno del premio Il Ceppo), affermato scrittore toscano ormai conosciuto anche all’estero. L’autore ha intrattenuto i ragazzi parlando dei suoi libri e soffermandosi su una parola per lui davvero importante: CURA. Cura di sé, del mondo, degli altri; ha sottolineato come il rapporto docente-discente sia proprio basato sul prendersi cura di qualcuno, sul fornirgli supporto ad uscire da sé, perché ognuno di noi ‘cresce solo se sognato’ come diceva Danilo Dolci, cioè solo se immaginato nella sua proiezione futura da altri capaci di guidarlo e assecondarlo alla scoperta del vero sé. Anche la letteratura si prende cura degli altri nel senso che le storie sono capaci di insegnarci ad amare, a piangere, a soffrire, a ridere e a riconoscersi in altro e in altri da noi. A coronamento di una bella esperienza sono stati premiati anche alcuni alunni per le loro recensioni: A. Arpaia (F. Silei, Prima che venga giorno), Caterina Traversari (M. Szabò, Abigail), Edoardo Vannucchi (F. Silei, La doppia vita del signor Rosenberg).