Anche quest’anno il progetto “Bullismo e Cyberbullismo” del nostro istituto si è concluso. Le attività e gli interventi sono stati coordinati dalla referente del Progetto Prof.ssa Elisabetta Manetti, con la collaborazione della Polizia di Stato, Amnesty International e i peer educators del nostro Istituto.
Relazione dei peer-educators
Il nostro Istituto, dopo la legge del 27 maggio 2017 n. 71” Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, ha attivato una serie di attività ed interventi coordinati dalla referente del Progetto Prof.ssa Elisabetta Manetti.
Noi studenti sia per curiosità sia per interesse, abbiamo deciso insieme di partecipare in modo attivo a questo progetto nel ruolo di peer educators.
Questo progetto serve per sensibilizzare sui temi del bullismo e del cyberbullismo, che ogni giorno gravano sulla vita di molti ragazzi. Così ci siamo ritrovati e abbiamo organizzato, con il supporto della professoressa Manetti, il progetto da presentare alle varie classi seconde.
Prima di tutto con l’aiuto di un power point abbiamo spiegato cosa sono e quali differenze ci sono tra bullismo e cyberbullismo; dopo di che abbiamo proiettato alcuni video che raccontano episodi gravi di questi atti.
Durante la spiegazione e la visione dei filmati la maggior parte dei ragazzi si sono dimostrati interessati, facendo domande e riportando pensieri o opinioni personali.
Nell’ultima ora rimanente ci siamo invece dedicati a dei giochi interattivi semplici e divertenti dove tutti potevano partecipare e collaborare, ma anche riflettere sui temi trattati.
Conclusi anche i giochi proposti, abbiamo poi consegnato ai ragazzi un foglietto di carta, sul quale ognuno ha avuto l’opportunità di scrivere la propria opinione e le proprie riflessioni sull’attività svolta insieme; infine ce lo hanno consegnato in anonimo. Sono emerse considerazioni molto interessanti e originali ed anche giudizi costruttivi sul nostro operato.
Così noi peer educators ci siamo ritrovati per creare dei cartelloni, dove abbiamo esposto alcuni di questi pensieri, per mostrare quanto è importante l’opinione di ogni ragazzo.

Siamo tutti molto fieri di aver partecipato all’organizzazione di questo progetto, e soprattutto siamo soddisfatti dei risultati ottenuti con l’interesse e la partecipazione delle classi.
Lucrezia Martini 3fs
Cosimo Cappellini 4fs
Diana Caushi 4fs
Camilla Falconi 4fs
Irene Magnini 4fs
Ludovica Mantellassi 4fs
Chiara Martini 4fs
Tommaso Nucci 4fs
Rachele Spinetti 4fs

Documenti

2122bullismo1

jpeg - 129 kb